05/04/2018 |

Il 2018 potrebbe essere l’anno in cui gli utenti sconfiggono il ransomware

Le nuove funzionalità di protezione dal ransomware di F-Secure SAFE offrono agli utenti l’opportunità di eliminare dalle loro vite un rischio che può costare molto caro

Milano, 5 aprile 2018 – Gli utenti hanno finalmente l’opportunità di prendersi una rivincita contro i criminali del ransomware che hanno accumulato miliardi di dollari negli ultimi anni. F-Secure SAFE per PC ha protetto gli utenti dal ransomware in modo efficace grazie alla sua avanzata tecnologia di protezione basata sul comportamento, DeepGuard. Ora questa tecnologia è stata migliorata per aiutare le persone a sconfiggere questa minaccia che ha tenuto in ostaggio milioni di ricordi e di file di utenti.

F-Secure SAFE Internet Security ora include ulteriori funzionalità di protezione basate sul comportamento che monitorano cartelle specifiche per rilevare quello che potrebbe essere il comportamento di un ransomware: queste nuove funzionalità rientrano nel sistema di intrusion prevention on host DeepGuard. Nel caso in cui venga rilevato un comportamento rischioso, il processo viene automaticamente bloccato e gli utenti vengono allertati della presenza di un potenziale ransomware.

Il ransomware rimane uno strumento potente nelle mani di chi fa estorsioni, ma la corsa all’oro ha visto un rallentamento poiché i criminali si adeguano alle fluttuazioni selvagge dei mercati della crypto-moneta e si stanno ora focalizzando su nuovi schemi come il cryptojacking,”* spiega Sean Sullivan, Security Advisor di F-Secure. “Sappiamo che i criminali del ransomware torneranno a sferrare attacchi verso gli utenti non appena saranno di nuovo convenienti per loro. Questo fa sì che questo sia il momento ideale per agire.”

Oltre a backup regolari, una soluzione robusta di Internet Security con una protezione multi-livello è fondamentale per proteggersi da minacce malware moderne spesso diffuse attraverso allegati di email o vulnerabilità in software non aggiornati. La prevenzione è vitale per combattere il modello di business del ransomware poiché anche quando la vittima paga il riscatto, i criminali informatici rilasciano i dati crittografati solamente nella metà dei casi. E’ quanto emerge da uno studio recente del gruppo CyberEdge.**

La funzionalità DeepGuard di F-Secure identifica gli attacchi sulla base di segnali che rivelano un comportamento non autorizzato o exploit,” precisa Sean. “E la nuova funzionalità DeepGuard non solo vigila sulla minaccia di estorsione, ma previene anche che altre applicazioni sconosciute o potenzialmente sospette cambino, rinominino o cancellino file importanti nelle cartelle protette. E’ uno strumento che è in grado di apportare benefici per tutti.”

Questo nuovo livello di sicurezza contro il ransomware si integra bene con la protezione endpoint completa e leggera di DeepGuard, con un impatto minimo sull’esperienza utente. Si aggiunge in SAFE all’antivirus, alla Protezione per il Banking e la Navigazione, e alle Regole per la Famiglia che aiutano a stabilire confini adeguati per la vita online dei bambini.

Per anni la tecnologia ha protetto il sistema operativo, quindi i criminali hanno rivolto le loro azioni verso i dati, elemento che oggi è di gran lunga più importante per le persone. In F-Secure stiamo facendo progressi per eliminare questa minaccia che oggi riguarda i dati,” ha sottolineato Sean.

SAFE è disponibile per una prova gratuita sull’e-store di F-Secure: supporta i PC Windows, Macs, e i dispositivi mobili Android e iOS. L’abbonamento annuale parte da €59.90 per 3 dispositivi.

SAFE è anche incluso nella soluzione TOTAL Security and Privacy, disponibile ora per una prova gratuita sull’e-store di F-Secure: anche TOTAL supporta i PC Windows, Macs, e i dispositivi mobili Android e iOS. L’abbonamento annuale parte da €79.99 per 3 dispositivi.

*Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=TP3gA6NRtN4

**Fonte:https://www.bleepingcomputer.com/news/security/only-half-of-those-who-paid-a-ransomware-were-able-to-recover-their-data/

Per maggiori informazioni:

What is Ransomware?

F-Secure TOTAL Security and Privacy

 

F-Secure

Nessuno conosce la cyber security come F-Secure. Per tre decenni, F-Secure ha guidato l’innovazione nella cyber security, difendendo decine di migliaia di aziende e milioni di persone. Con un’esperienza insuperabile nella protezione degli endpoint, così come nella rilevazione e risposta, F-Secure difende aziende e utenti da attacchi informatici avanzati, violazioni di dati e dalle diffuse infezioni ransomware. La sofisticata tecnologia di F-Secure combina la forza del machine learning con l’esperienza umana degli esperti presenti nei suoi rinomati laboratori di sicurezza con un approccio singolare chiamato Live Security. Gli esperti di sicurezza di F-Secure hanno preso parte a più investigazioni sul crimine informatico in Europa di qualsiasi altra azienda sul mercato, e i suoi prodotti sono venduti in tutto il mondo attraverso oltre 200 operatori di banda larga e telefonia mobile e migliaia di rivenditori.

Fondata nel 1988, F-Secure è quotata al NASDAQ OMX Helsinki Ltd.

f-secure.it |f-secure.com| twitter.com/fsecure | facebook.com/f-secure

Seguici anche sul blog italiano Safe&Savvy: it.safeandsavvy.f-secure.com

e sull’account Twitter italiano: @F-Secure_IT

 

Contatti per la stampa:

Samanta Fumagalli
Resp. Ufficio Stampa
samanta.fumagalli@gmail.com
info@samantafumagalli.com
Mobile 320.9011759

Gli ultimi comunicati stampa

04/10/2018

F-Secure e Zyxel insieme per offrire WiFi sicuro nelle case connesse

F-Secure Connected Home Security sarà integrato nei gateway Zyxel destinati all’utenza domestica

20/09/2018

F-Secure TOTAL include nuove funzionalità per proteggere te, i tuoi dispositivi e la tua casa

La nuova offerta di cyber security di F-Secure per il mondo consumer combina la protezione per la casa connessa e la gestione delle password con la sicurezza Internet e una VPN

13/09/2018

Un punto debole scoperto nel firmware dei moderni notebook mette a rischio le chiavi di crittografia

Gli esperti sostengono che le attuali misure di sicurezza non siano sufficienti per proteggere i dati sui notebook che vengono persi o rubati

31/07/2018

40 anni dopo, lo spam è ancora il mezzo più usato dai criminali online

Una nuova ricerca di F-Secure e MWR Infosecurity evidenzia che lo spam è la fonte malware numero uno poiché ai criminali basta aggiungere pochi nuovi trucchi a questo classico metodo di attacco

%d bloggers like this: